Meditazione Vipassana e Yoga

Meditazione Vipassana e Yoga

Scopri :

  • Come conciliare Meditazione Vipassana e Yoga 
  • Come permettere che le cose siano così come sono
  • Il potere della consapevolezza del corpo

In questo breve video trovi le risposte

Immagine anteprima YouTube

 

Oppure continua a leggere…

Marco domanda:


Pratico hatha yoga da qualche anno e negli ultimi mesi mi sono avvicinato alla Vipassana, ho avuto già il piacere di farti delle domande (sull’altro tuo sito web) ricevendo sempre risposte puntuali, colgo l’occasione per ringraziarti ancora una volta.
Oggi vorrei chiedere la tua opinione su una mia convinzione: credo che non sia impossibile conciliare l’hatha yoga con la meditazione vipassana, a patto di aver ben chiaro che la meditazione che si fa nello yoga è tutta altra cosa, ben diversa dalla vipassana.

Se si ha chiaro questo concetto allora, secondo me, è possibile praticare hatha yoga (evitando la meditazione yoga) traendo vantaggio dalle posizioni (asana) ancorandosi alla percezione di tutte le sensazioni fisiche e mentali che ci regalano;

osservandole istante per istante con presenza mentale costante, utilizzandole per restare nel qui e ora, riportando l’attenzione su di esse ogniqualvolta ci sorprendiamo a vagare con la mente.

In fondo penso che questo sia semplicemente il modo corretto di praticare l’hatha yoga. Al termine della sessione poi, se si vuole, ci si può sedere e continuare a rimanere nel qui e ora per un po’ senza più cambiare posizione, praticando qualche minuto di vipassana “formale”, ascoltando tutto ciò che c’è… le famose cose così come sono.
Mi piacerebbe avere una tua opinione in proposito.

Grazie!

Marco

Meditazione Vipassana e Yoga

Sì Marco secondo me stai procedendo molto bene e mi piace anche il fatto che tu vai bene in mente dove finisce un esercizio dove comincia l’altro è anche come mescolare senza fare pasticci permettendo che le cose sono così come devono essere in modo molto semplice è spontaneo.
Avendo ben chiaro quello che fai puoi permetterti di fare un pochino tutto e osservare le cose così come sono… anche mescolando per esempio le asana che sono le posizioni tipiche dello yoga e avendo presenza mentale mentre le fai, tra l’altro l’auspicio stesso che c’è dietro a questi esercizi quello di sviluppare consapevolezza rispetto al corpo.

 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *